#SCRIVILO SUI MURI: se proprio non riesci a dirlo.

«Dite ciò che pensate o vi ammalate!»

Mettiamo che un giorno vi svegliate con un gran senso di frustrazione per una cosa che non riuscite a dire.


E vi viene in mente di scriverlo su un muro. Come se non aveste alternativa, ai tempi di Facebook. Frasi sull’amore o di denuncia, aforismi simpatici, rime, messaggi subliminali e obbrobri grammaticali. Ce n’è per tutti i mood.

Il nostro quotidiano è invaso da questo wallismo urbano che tutto sommato è riuscito a prendersi il suo spazio. Allora, mi sono chiesta quale sia il disagio che sta dietro e ho cercato di capirlo immaginando le realtà connesse.

Ecco le mie ipotesi.

 


//DITE CIO’ CHE PENSATE O VI AMMALATE!//

Anche se era meglio fare un post.O forse l’hai fatto e non hai preso abbastanza mi piace. E ti parte la mano.
In ogni caso, mi associo. Non ammaliamoci.

 

//POTEVI VALERNE LA PENA MA ALLA FINE HAI PREFERITO FARLA//

Ahia. Mi sa che qualcuno se l’è giocata male.
Probabilmente M. si è dimenticato di fare gli auguri di San Valentino a F. e da lì ne è nata la delusione. Così F., su consiglio della sua amica S. basato sull’ultimo numero di Cosmopolitan, ha dichiarato la sua amarezza.
Breve storia triste.

 

//FA TALMENTE FREDDO CHE LI TESTIMONI DE GEOVA TE TELEFONANO//

Non resta che augurarci Burian tutto l’anno, se fosse questa la soluzione. Ma in fondo non c’è più soddisfazione a sfancularli di persona rispondendo «No guardi, me sta aspettà Satana».
Demone inside.

 

//ALZARE IL LIVELLO DELLO SCONTRO//

Sei un anarchico, anche se non sai cosa vuol dire e così esci di casa, nei tuoi panni da teenager sballato, e spruzzi sta frase nel vicolo prima che ti sgami la pula.
Comunque sia, sono d’accordo, alziamolo.

 

//23 MILA MORTI NEL MEDITERRANEO. BUONE VACANZE//

Che si tratti di humor inglese o no, sono andata su Google a cercare una fonte che potesse confermarmi il dato. E l’ho trovata.
http://www.repubblica.it/solidarieta/profughi/2013/06/19/news/migrantes_20_mila_i_morti_in_fondo_al_mediterraneo-61429084/
Si è sbagliato di poco dai.

 

//MI AI SPENDO IL CUORE//

Ecco, io penso al Signor Andonio che in preda a un attacco d’insostenibile strazio nei confronti della donna che gli ha spento, più che il cuore, l’italiano, decida di scriverglielo di fronte casa. E parte l’erroraccio.
Ma in fondo so che l’ai fatto a posta.
Sei il mio mito.

 

//GIURO CHE NON FARÒ PIÙ SCRITTE//

O forse sì, una tantum. In ogni caso adesso scrivo di giurarlo poi ci penso.
Sembra quasi una punizione dopo la ramanzina dei tuoi ma per fortuna non gli avevano detto di scriverlo 10 volte.
Io sto con TOSMO.

 

//ANALE NON FA MALE SE È SENTIMENTALE//

L’ho tenuta per ultima come quando il trash in tv dovrebbe scattare solo dopo l’orario della fascia protetta. Forse è un messaggio subliminale per convincere la propria ragazza ad andare oltre. E, così, punti sulla simpatia.
Misteri che non si spiegano.